Sketch divertenti in animazione: come renderli unici grazie alla tua voce

In questo articolo parliamo di come rendere gli sketch divertenti in animazione tramite l’utilizzo della voce dell’animatore turistico.

Durante il tuo viaggio per diventare animatore turistico inizierai a pensare a come migliorarti professionalmente e personalmente. Che tu sia alla prima esperienza come animatore di contatto o un promettente capo animatore, se sei arrivato fino qui è perché sei alla ricerca di risposte su come rendere gli sketch divertenti in animazione.

sketch divertenti animazione turistica if se io non avessi fatto l'animatore

Come saprai, se lavori nel settore turistico, gli animatori di contatto, gli istruttori sportivi e le animatrici mini club si occupano molto spesso di creare gli spettacoli serali.

A proposito di questi ultimi, almeno una volta a settimana viene realizzato il cabaret. Si tratta di uno spettacolo di animazione creato per far divertire gli ospiti tramite piccole scenette e sketch, presi da copioni e barzellette recitate.

Lavorare come animatore turistico porta molto spesso a stare sul palco e cimentarsi in spettacoli per far divertire il pubblico. Imparerai quindi che l’utilizzo della voce è fondamentale.

Che tu ti occupi di attività sportive o che faccia l’animatore per bambini, molto spesso ti troverai a intrattenere gli ospiti sul palco.

Niente paura, abbiamo un sacco di consigli per te.

Questa volta ti parlerò di come ottimizzare la tua voce sia per la comunicazione nel contatto con gli ospiti, sia per salire sul palco e perfezionare la tua comicità.

Questo è solo uno degli elementi che potranno potenziare le tue abilità per il cabaret ma se vuoi conoscere anche il resto ti consiglio di andare a leggere i nostri due articoli che ti daranno le basi per spiccare il volo davanti al tuo pubblico.

All’interno di questo articolo troverai:

 

Lavorare sulla voce di un animatore turistico

Ci sono diversi modi per comunicare con le persone e, spesso, non diamo importanza a queste forme di dialogo.

Preoccuparci di risultare attraenti con uno sguardo deciso o un bel sorriso smagliante non è sbagliato ma perché non diamo lo stesso valore alla nostra voce?

Essa infatti è l’immagine della nostra personalità e, il modo in cui la tiriamo fuori, è effettivamente ciò che mostriamo agli altri di noi stessi.

Per esempio, chi ha la voce bassa, oltre a risultare insicuro e timido, complica la comunicazione e rende difficile l’ascolto all’interlocutore.

Questo succede anche durante le attività di animazione e, in questo caso, per durante il cabaret.

Durante gli spettacoli, infatti, bisogna mostrare la propria sicurezza con una voce “importante”, soprattutto se ci si trova in un villaggio turistico in cui non si utilizzano i microfoni sul palco.

È quindi fondamentale saper usare bene la voce per creare degli sketch di cabaret divertenti e rendere la tua comunicazione efficace all’interno delle attività diurne e serali della struttura turistica.

Riassumendo si può dire che sin dalla nascita la nostra voce ha influenzato la nostra vita e continuerà a farlo ma ciò che non è chiaro è se si può effettivamente cambiare il modo di parlare. Io ti dimostrerò che è possibile tramite alcuni semplici trucchetti.

5 trucchi per stupire durante gli sketch di animazione

Potresti esserne già al corrente ma uno dei segreti per parlare meglio è la respirazione diaframmatica, ovvero quella respirazione che utilizza il muscolo che separa la cavità toracica da quella addominale: per l’appunto il diaframma.

Alla nascita viene tutto naturale ma nel corso degli anni si perde questa spontaneità concentrando il tutto sulla zona toracica.

Un esercizio molto utile per tornare a quella naturalezza consiste nello sdraiarsi supini con una mano poggiata sul petto e l’altra sulla pancia dopodiché iniziare ad inspirare con il naso ed espirare con la bocca cercando di far alzare solo la mano poggiata sulla pancia.

Dopo qualche respiro profondo mettersi in piedi con le mani sui fianchi tenendo i pollici sulla schiena ed il resto delle dita davanti. Inspirare facendo gonfiare l’addome e la zona dei reni ed espirare profondamente fino a sentire la zona addominale allargarsi e tornare indietro ad ogni respiro. Importante: le spalle devono rimanere ferme.

Oltre alla respirazione è importante controllare la propria postura e con queste dritte troverai quella più corretta: posiziona i piedi uno davanti all’altro in modo che il peso sia leggermente in avanti, tieni le ginocchia rilassate, mantieni la schiena dritta con le spalle morbide ed il petto in fuori e la testa alta mantenendo il mento parallelo al pavimento.

Il terzo segreto per rendere divertenti gli sketch di animazione

Siamo arrivati al terzo segreto: il riscaldamento vocale. E chi meglio dei cantanti può dimostrarti questa tecnica? Riscalda le corde vocali e ricordati di usare la respirazione diaframmatica!

  • Inspira profondamente ed espira pronunciando la lettera “s” dopodiché ripeti con “sc”.
  • Alterna gli esercizi fino a sentire le corde più sciolte.
  • Ora rifallo con “z”, come se fossi una zanzara.
  • Falle vibrare con “r”, come fossi un gatto che fa le fusa, e mantieni la stessa nota per tutto il tempo. Ripeti con “br”.

Ed ecco a te il quarto segreto: l’alimentazione. No, non farai nessuna dieta! Esistono però diversi alimenti utili a migliorare la tua voce ed il tuo modo di parlare.

Innanzitutto devi sapere che le corde vocali devono essere sempre idratate per rendere al 100% quindi è essenziale bere tanta acqua e fare un carico alimentare di cibi che ne contengano abbastanza, come frutta e verdura (ad eccezione di quella acida). Altri cibi, invece, aiutano a migliorare il tessuto delle mucose come zucca, melone e carote.

Al contrario è meglio evitare i latticini perché aumentano la produzione di muco e catarro.

Possibilmente evita anche tè e caffè che possono disidratare i muscoli della gola e, quindi, rendere la voce rauca.

Ok può sembrare effettivamente una dieta ma vedrai che otterrai grandi risultati con questi piccoli “sacrifici”.

Finalmente siamo giunti all’ultimo dei grandi segreti: l’allenamento allo specchio. Questo ottimale esercizio sarà la tua prova finale. Posizionati davanti ad uno specchio ed immagina di essere davanti al tuo pubblico.

Tieni a mente che una maggiore velocità comunicativa può risultare inefficiente e stancare il proprio interlocutore. Inoltre anche non fare pause può scaturire i medesimi effetti. L’ultimo consiglio è di scandire bene le parole cercando di non “inciampare” nella conversazione!

Cerchi delle idee divertenti per creare degli sketch di cabaret? Leggi subito il nostro articolo, dove potrai scaricare gratuitamente i copioni dei 10 migliori sketch di animazione turistica.

Ok, come faccio ora a rendere divertenti gli sketch?

La risposta è nei consigli che hai appena letto. Ti basta mettere in pratica il più possibile quello che hai letto grazie al tuo allenamento e il gioco è fatto.

Ti sembrerà strano, ma se riesci a fare questi 5 esercizi la tua comunicazione migliorerà parecchio e ciò che vorrai trasmettere risulterà molto più chiaro.

In questo modo ti basterà imparare bene la tua parte, che sia da protagonista o da comparsa, e se metti in pratica quello che hai imparato alle prove i risultati saranno straordinari.

Preparati a fiumi di applausi e risate. Le soddisfazioni non mancheranno!

Se vuoi leggere altri nostri consigli sul cabaret, ti consigliamo anche questi articoli per animatori turistici:

Come diventare un animatore turistico

Dopo aver letto i nostri consigli avrai di sicuro una domanda.

Come posso diventare un animatore turistico?

La risposta è semplice.

Abbiamo creato uno strumento straordinario che ti permette di ricevere settimanalmente le offerte delle migliori agenzie di animazione direttamente all’interno della tua email.

Iscriviti subito alla nostra newsletter dell’animatore turistico.

Compila ora il form qui sotto, iscriviti per ricevere i nostri consigli e offerte di lavoro gratuitamente e diventa subito un animatore turistico!

Apri la Chat
1
Ciao!
Come possiamo aiutarti?